Finestre antirumore: quali scegliere

finestre antirumore Sbaragli Forlì
20Feb, 2020

L’isolamento acustico è un elemento molto importante nella struttura degli infissi, in particolare nei contesti urbani in cui le fonti di rumore sono tali da condizionare la vita quotidiana delle persone all’interno degli ambienti.

Sono definite finestre antirumore quelle strutture che presentano caratteristiche e materiali di realizzazione appositamente ideati per ridurre i decibel dall’esterno all’interno. In particolare, gli elementi che caratterizzano le finestre antirumore sono i doppi o tripli vetri e il materiale degli infissi, preferibilmente in pvc o nella combinazione pvc e legno.


I fattori

Criticità dell’isolamento acustico degli infissi

Gli elementi critici dell’isolamento acustico degli infissi riguardano soprattutto la posa in opera, che incide in larga misura sul risultato finale e la qualità dell’isolamento. I materiali sono sicuramente un buon punto di partenza; tuttavia, una posa non eseguita a regola d’arte, li renderebbe non più adeguati a ottenere un buon isolamento termoacustico.

Per questo motivo risulta necessario interpellare professionisti con esperienza e che sappiano come montare correttamente gli infissi.

Particolare attenzione va posta anche alle guarnizioni e ai telai, i quali devono essere moderni ed efficienti. Anche i cassonetti per tapparelle sono spesso trascurati, benché siano posti al di sopra degli infissi e contribuiscano a disperdere calore tanto quanto gli infissi obsoleti.

Ne consegue che, per ottenere un isolamento termoacustico ottimale, è indispensabile una posa che combini efficacemente tutti gli elementi sopra considerati e tenga conto di eventuali altri interventi da eseguire, in base alla situazione.


Doppio o triplo vetro

Cosa scegliere per un isolamento ottimale

Può capitare di imbattersi in venditori che pubblicizzano il triplo vetro come l’ultima frontiera della tecnologia negli infissi.

Cerchiamo di capire innanzitutto le prerogative del doppio vetro, di quello triplo e di indicarne le differenze.

Il doppio vetro, chiamato anche vetrocamera, comprende due vetri collegati mediante una “camera”, una canalina che li unisce.

La composizione del triplo vetro segue lo stesso criterio, con la differenza che i vetri sono 3 e le camere 2.

In generale il triplo vetro è indicato nelle zone che hanno climi molto rigidi, tali per cui un ulteriore isolamento degli infissi è particolarmente opportuno. Le finestre montate con tripli vetri hanno un effetto altamente filtrante anche della luce e pertanto posarli laddove non è indispensabile sarebbe uno spreco, anche di energia supplementare necessaria a illuminare gli ambienti interni.


Errori da non fare

Materiali al top e montatori scadenti

Acquistare finestre antirumore realizzati con materiali di buona qualità è una scelta saggia, che porta benefici di lungo periodo, in termini di durevolezza e prestazioni. Vi sono, tuttavia, dei gravi errori da non commettere e il più grave è quello di affidare la posa in opera degli infissi a operatori non professionisti e scadenti; ciò compromette la qualità e funzionalità della struttura, risultando uno spreco di tempo e risorse.

A Forlì, Sbaragli Serramenti realizza da anni la progettazione, fornitura e posa in opera a regola d’arte di infissi, avvalendosi di personale altamente specializzato e con l’esperienza necessaria a garantire un’installazione accurata, che impiega il meglio di tecnologia e maestria artigianale. Il know how maturato in tema di acustica e propagazione del suono ci consente di supportare i clienti nel modo adeguato, senza incorrere in spiacevoli contenziosi.


Insonorizzare le vecchie finestre

Alcuni utili accorgimenti

L’insonorizzazione degli infissi esistenti è talvolta possibile, qualora le loro condizioni lo consentano. Spesso il potenziale isolante degli infissi diminuisce nel corso del tempo a causa dell’usura di giunti di sostegno e guarnizioni. Un primo intervento può essere quello di sostituire entrambi gli elementi con altri nuovi e composti in gomma naturale, applicando specifici siliconi fonoisolanti.

Per quanto riguarda i vetri, il discorso è un po’ più complesso; si può valutare l’ipotesi di aggiungere un secondo vetro, rispettando uno spazio tra i due di 20 mm, oppure di installare una finestra supplementare, che incrementi l’effetto isolante degli infissi esistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *