Ripristino Infissi

Vantiamo esperienza di diversi decenni nel ripristino e recupero dei serramenti in legno esistenti garantendo un lavoro di qualità e facendo fronte a tutte le richieste della clientela.
Il recupero delle vecchie finestre in legno non comporta soltanto il ripristino del materiale di cui sono fatte che con procedimenti specifici e professionali viene riportato alla sua iniziale bellezza ma anche una riqualificazione energetica che con la sostituzione del vetro esistente con nuovo vetro camera di legge e l’inserimento di guarnizioni performanti in PVC vanno a ridurre la dispersione termica ottimizzando i consumi.
Anche in questo caso si usufruisce della detrazione fiscale del 50%.

Ecobonus

Ecobonus

Sostituire oggi gli infissi è opportuno e anche conveniente
Grazie al Bonus infissi, anche nel 2020, la sostituzione dei vecchi serramenti rientra fra gli interventi di riqualificazione energetica, con la possibilità di detrarre il 50% del costo sostenuto per realizzarli.
In particolare, per usufruire del regime fiscale previsto dall’Ecobonus, ogni intervento dovrà attuare:
- la sostituzione o la modifica di infissi già esistenti,
- la separazione della stanza dall’ambiente esterno o da altre stanze non riscaldate,
- la realizzazione di un valore di trasmittanza termica uguale o minore, calcolato secondo i "limiti di trasmittanza degli infissi".
Occorre, inoltre, esibire un certificato di corretta "posa in opera" dei nuovi serramenti. Questa speciale certificazione assicura che gli infissi siano stati montati nel giusto modo, realizzando il perfetto isolamento e garantisce anche la funzionalità delle nuove installazioni per 10 anni.

Quando farlo

Quando farlo

Meglio sostituire i serramenti durante i mesi caldi
Se si ha la possibilità di pianificare l’intervento di sostituzione degli infissi, il periodo più opportuno per procedere è quello in cui le temperature sono miti (15/ 25°).
In primo luogo perché gli interventi richiedono lo smontaggio della vecchia finestra per qualche giorno, necessario alla sua lavorazione in laboratorio e, come è facile intuire, l’assenza della finestra nei mesi freddi arrecherebbe molti più disagi.
Al momento dell’installazione e del montaggio della nuova finestra, poi, l’aria tiepida permetterà alle guarnizioni di aderire meglio e alle parti in metallo di non irrigidirsi troppo o di rompersi.

Risparmio energetico

Risparmio energetico

Limitare dispersioni e immissioni
Le finestre sono la zona più interessata agli interventi volti a ridurre la dispersione termica: si stima, infatti, che attorno ad esse si concentri il 25% degli sprechi di energia, percentuale che può salire anche al 40%, qualora i serramenti siano particolarmente usurati.
Sostituire gli infissi con altri maggiormente isolanti realizza una riqualificazione energetica, perché consente un risparmio in termini economici sul condizionamento dell’intera abitazione. Tutto ciò ha anche un impatto ambientale positivo, in quanto si riducono, di conseguenza, le emissioni di Co2.
Ottimizzando l’ingresso della luce naturale, l’installazione di nuovi serramenti aumenta anche la qualità dell’illuminazione interna, con un risparmio di energia elettrica.
Un ulteriore comfort abitativo è dato dalla riduzione dell’inquinamento acustico: sostituire serramenti privi di isolamento con prodotti dalle proprietà fonoassorbenti, consente di vivere in un ambiente più rilassante perché meno condizionato da sollecitazioni esterne.

i vetri

I vetri

L’importanza di vetri e guarnizioni efficienti
Serramenti Sbaragli di Forlì, grazie alla propria esperienza, è in grado di individuare il risparmio energetico realizzabile con la sostituzione dei vetri delle finestre. Nonostante, infatti, si tenda a sottovalutare il ruolo svolto dal vetro, il clima interno di un’abitazione è condizionato dallo spessore dei vetri e della tenuta delle guarnizioni, che permettono in misura più o meno efficace la stabilizzazione della temperatura all’interno delle stanze.
Per questo, rientra nella riqualificazione dei serramenti anche l’installazione di vetri nuovi e dotati di potere isolante termico ed acustico, perché sottoposti a trattamenti che la normale tipologia di vetri non subisce. Questo genere di intervento, che prevede lo smontaggio dell’infisso e il suo trasferimento in laboratorio per effettuare gli opportuni lavori di installazione, una volta posto in essere può ridurre fino al 60% la spesa annuale per la climatizzazione di un appartamento.